Ferrara, Ilaria Morghen M5Stelle prenota il Municipio, nonostante la stampa venduta al PD, associazione a dipingere

Ferrara, Piazza Savonarola, diversamente comizio finale del M5Stelle Ferrara, con  – protagonisti-  figure di spicco naziionali- e – naturalmente –  la futura sindachessa Ilaria Morghen, il primo sindaco donna per Ferrara, dalla … Resistenzaa! (1945-48) e poi il PD diversamente renziano locale, anzi anti-renziano persino (iperbole significativa e significante…) del mafiodemocristiano Tagliani, pseudo post PCI (ma gli alzheimer ferraresi in buona fede, sia ben chiaro, purtroppo ci credono!).   Piazza gremita, oltre misura, nonostante il ben noto (tranne ai giornalisti locali) editto anti M5Stelle della premiata ditta Tagliani/Partito Democristiano….  E  alcune ad hoc bombe eleganti (altro che “bastardi”) verso la casta culturale Ferrara Arte  PD, di alcuni dei 5Stelle parlamentari nazionali o regonali (ma i pennivendoli locali forse manco lo sapevano..). Poi, un 10 minuti straordinario della futura sindachessa, Ilaria Morghen: bravissima a condensare  un Attack Ferrara, degno del film di Tim Burton,  contro l’intera Casta Ferrara PD, politica, economia, cultura, anche people (raro non leccaculismo al popolo!).  Ma i media locali?  Li abbiamo visti, ridicoli, roba da segnalazioni dirette all’ODG dei Roma (e per la cronaca già fatto!).

Neppure uno smartphone,  taccuini da prima ragioneria anni ’70..,

TELESTENSE,  SCANSIANI- NUOVA FERRARA –  BENDIN E LOLLI – RESTI DEL CARLINO- MANCO E’ DIRETTORE- ZANGARA BACIA PILE DI TAGLIANI E CRONACA COMUNE FE… LA PRAVDA (UNICA IN EUROPA) FERRARINA- COME DICEVA IL GRANDE ROBERT FREAK ANTONY ” NON C’E’ GUSTO A … FERRARA A ESSERE INTELLIGENTI- FELTRINELLI- NON FAUST EDIZIONI!”

GIORNALISTI A DIPINGERE…  NEL LIBRO CUORE DIVERSAMENTE PAGA DEL PARTITO DEMOCRISTIANO PD  TAGLIANI EX SINDACO!

 

Ferrara, Ilaria Morghen M5Stelle prenota il Municipio, nonostante la stampa venduta al PD, associazione a dipingereultima modifica: 2014-05-23T01:09:24+02:00da asinorosso1
Reposta per primo quest’articolo